Indietro     Home  
>> (ammin.)

Comune di Ischia

Il Comune d'Ischia si estende per circa 9 kmq nella parte orientale dell'isola omonima. Conta una popolazione di 18110 abitanti. L'altitudine media è di 70 metri. Il territorio èdiviso in due centri principale: Ischia Porto, anticamente "Villa dei Bagni" per la presenza di diverse terme, e Ischia Ponte, l'antico "Borgo di Celsa" o "Borgo di mare".
Altri quartieri sono: S. Michele, S. Antuono, Campagnano, l'Arso, S. Alessandro. Amministrativamente costituisce un comune retto da 30 consiglieri e dal sindaco.
Il nome d'Ischia è stato esteso a tutto il territorio in età recente, perché prima la "Città d'Ischia" era costituita dal cosiddetto "Castello Aragonese", dove avevano sede il governatore e il vescovo.
La presenza dell'uomo nel territorio di questo Comune è molto antica, ma la zona ha un suo sviluppo particolarmente intenso tra il II secolo a. C. e il II d. C., con la città di Aenaria, che fu un centro siderurgico di grande importanza, di cui esistono ancora testimonianze ad alcuni metri di profondità sotto il mare. Essa scomparve, in massima parte sprofondata sotto il livello del mare, forse alla fine del secolo II d. C. in un fenomeno di bradisismo piuttosto improvviso e veloce. La parte alta della città, situata sulla collina di Cartaromana, continuò la sua vita anche durante il Medioevo.
Nel corso del basso medioevo acquista sempre maggiore importanza il Castello, in modo particolare dopo l'eruzione di Fiaiano del 1301-1303 che seppellisce sotto la coltre lavica chiamata "Arso" o "Cremato" una fiorente cittadina.
Dopo l'eruzione il Castello si popolò di genti e di monumenti e svolse la funzione di centro guida dell'isola. Tale ruolo si prolungò per qualche secolo, perché già alla fine del secolo XVI comincia un lento ma irreversibile spopolamento che porterà al completo abbandono del Castello.

www.comuneischia.it