Indietro

1983 - Il Lacco Ameno campione italiano di calcetto


Il secondo campionato italiano di calcetto ha avuto la sua fase conclusiva ad Ancona (23, 24 e 25 settembre 1983): otto squadre in lotta per il titolo nazionale, dopo una selezione che ha coinvolto oltre 400 compagini.
Il LACCO AMENO al suo primo anno di attività ha vissuto questa esperienza che si è conclusa in modo brillante e, forse, inaspettato per la maggior parte dei diretti interessati e di chiunque via via ha trovato appassionante seguirne le vicende. Sorta nel marzo 1983, la compagine lacchese ha conquistato subito il titolo di campione regionale della Campania; nella fase interregionale ha superato il Settembrini Palermo nei sedicesimi di finale e poi il Cosenza negli ottavi.

La formula della manifestazione "poule scudetto 1983" è stata imperniata su due gironi all'italiana, con la disputa della finale tra le prime classificate.
Girone A . Giovinazzo Bari - Tor Carbone Roma -Saxa Rubra Roma - LACCO AMENO
Girone B: Barbagrigia Ascoli - S. Caterina Pescara - Millefonti Torino - Dorica Ancona.
Con un avvio favorevole il LACCO AMENO si imponeva all'attenzione generale, dimostrando sicurezza e volontà di ben figurare, come era nelle attese, ed altresì positive premesse per la vittoria finale.

Fase di qualificazione
1) Lacco Ameno - Saxa Rubra Roma 10-3
Lacco Ameno: Pascale, Monti, Calise T., Patalano G., Di Iorio T., Di Iorio N,, Mennella R., Silvetti, Patalano V. Mennella A. - Reti: Di Iorio T. (5) - Patalano G. (1) - Mennella R. (1).

2) Lacco Ameno - Tor Carbone Roma 5 - 4
Lacco Ameno: Pascale, Monti, Calise T., Di Iorio T., Mennella R., Di Iorio N., Patalano V., Mennella A., Silvetti, D'Ambra. - Reti: Di ìorio T. (3) - Mennella R. (2).

3) Giovinazzo - Lacco Ameno 6 - 5
Lacco Ameno: Pascale, Monti, Calise T., Di Iorio T., Patalano V., Schiano A., Di Iorio N., Silvetti, Mennella A., D'Ambra. - Reti: Di Iorio T. (3) - Calise T. (2)

La finalissima
Per la finale risultavano qualificate: LACCO AMENO e Millefonti Torino.
C'era anche la TV (Rete 3) che trasmetteva in diretta la gara; con una netta affermazione si aggiudicava il tìtolo il LACCO AMENO.
Seguiamo le vicende riportando la cronaca del Corriere Adriatico (26. 9. 83):


- Il Lacco Ameno è campione d'Italia 1983 di calcetto. Ha conquistato meritatamente l'alloro tricolore regolando in finale la resistenza del Millefonti Torino, ancor più nettamente di quanto non dica il pur inequivocabile 5 - 2. La squadra ischitana, infatti, è stata sempre in vantaggio per tutto l'arco dell'incontro, chiudendo la prima frazione di gioco con un parziale di 3-0. In effetti i campioni sono parsi meglio organizzati in ogni settore, con atleti tecnicamente molto validi e sempre in perfetta sincronia tra loro negli interscambi. A ciò si aggiunga che dopo 10' iniziali di perfetto equilibrio, il Lacco Ameno ha trovato per tre volte in 8' la via del gol. E' stata, questa, naturalmente, la svolta del match, che ha fatto pesare, in maniera non riequilibrabile, l'ago della bilancia dalla parte isolana. Non si può parlare di demeriti della compatta formazione torinese, ma senz'altro di accortissi¬ma disposizione tattica degli ischitani, abilissimi nel chiudere ogni minimo varco e nel non per¬mettere praticamente mai agli avversari la conclusione a rete. Per il resto la squadra campana ha sfruttato nel migliore dei modi il contropiede, grazie anche alla superba giornata dell’incontenibile Mennella R., un autentico jolly in ogni zona del campo, ma soprattutto in fase conclusiva. Troppo tardivo il primo gol dei piemontesi che li portava sull'1-4 (mancavano solo 15' al termine) per legittimare speranze di rimonta. Arrivava poi il secondo gol a 7' dalla conclusione, ma Mennella, ancora lui, poneva il quinto sigillo del Lacco Ameno sul match e regalava agli ischitani il titolo di campione d'Italia 1983 - .

Lacco Ameno: Pascale, Monti, Calise T., D'Ambra, Mennella R., Di Iorio T., Patalano V., Silvetti, Capuano, Calise G.
Reti: D'Ambra, Monti, Mennella R. (3)

La società
Presidente - Umberto Conte
Pres. Onorario - Lucia Garofalo
Vice Presidente - Antonio Schiazzano
Tesoriere - Francesco Taliercio
Segretario - Giuseppe Lupoli
Allenatore - Vincenzo Patalano
Direttore tecnico - Raffaele Lupoli
Consiglieri: Pasquale Di Talia - Ciro Monti - Alfredo Gini - Nando Schiano - Michele Monti - Giuseppe Del Deo - Domenico Vespoli - Bonaventura Galano – Domenico Capretto - Bonaventura De Luise - Giuseppe Amalfitano.