1968-69
Aenaria 6° posto

Un campionato ricco di soddisfazioni, nonostante qualche prova sconcertante per mancanza di spirito agonistico: Così può essere sintetizzato il bilancio dell'Aenaria; significative sono le cinque vittorie esterne, così come le quattro sconfitte interne.
La nota più caratteristica resta la facilità di concretizzare in reti il lavoro della squadra. Soprattutto tre giocatori (Margiotta, Conte Salvatore, Grosso) si sono distinti come frombolieri con complessive 32 reti (12 - 12 - 8).
La giornata più bella va individuata nella vittoria sulla capolista S. Agata, con un rigore trasformato da Salvatore Monti:

"Quel diabolico Scipione Di Meglio, trainer dell'Aenaria, è riuscito - viene sottolineato sul giornale Roma - ad avere ragione della prima della classe, il S. Agata che svetta in testa alla classifica".

Degne di nota anche le tennistiche vittorie sulla Bagnolese (8 - 1) e sulla Sanfeliciana (7 - 0) a Forio, sul Quarto (6 - 2) in campo esterno.

In piedi da sinistra: Giuseppe Calise, Giovanni Garofalo, Aniello Buono, Anniballi, Pascale, S. Conte, Aniello Masturzo, Margiotta, Federico, Grosso, un sostenitore, Carmine Verde.
Accosciati da sinistra
: Staiano, De Luise, Castaldi, A. Conte, Monti G., Scipione Di Meglio, Monti S., Romano, Giovanni


Resoconti di alcune gare: Aenaria -Bagnolese | Quarto - Aenaria | Sanfeliciana - Aenaria

Indietro