Isola d'Ischia
- Piccolo dizionario storico topografico biografico

(voci tratte dal libro "Isola d'Ischia - tremila voci titoli immagini" di Raffaele Castagna, edito da La Rassegna d'Ischia)


A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
-     Home
....

 

Walde, Gernot
Whyte, John
William, Walton
Warrior
Wassermann, Elena
Werner, Heldt
Willi, Vogel
Winckelmann, Johann
Wiszniewski, Michal
Woodwardia

 

 
  
      Walde, Gernot. Austriaco, introdusse ad Ischia l’idea dei parchi termali, realizzando prima i Giardini Poseidon a Forio e poi l’Apollon a S. Angelo. Nasceva così un modo nuovo di utilizzare le acque termali che, dopo alcune incertezze, si affermerà con altre iniziative similari

      Whyte, John. Ufficiale inglese dell’Allied Military Government, fu governatore dell’isola nel periodo 1943-1946, quando vi fu istallata una base navale anglo-americana. Aveva potere di carattere amministrativo, politico e militare, e svolse anche la funzione di giudice di pace. Intervenne spesso per opere umanitarie e sociali, allo scopo di aiutare le popolazioni isolane.

      William, Walton (Oldham 1902-Ischia 1983). Compositore inglese che fece di Forio la sua dimora preferita. Ricevette i primi rudimenti dal padre e frequentò il coro della Cattedrale di Oxford. La sua formazione fu essenzialmente da autodidatta, debuttando come compositore a sedici anni con un Quartetto dal sapore tardo-romantico. Façade (1923 e revisioni successive) è l’opera più celebre e discussa, nata dall’incontro ad Oxford con la poetessa Edith Sitwell. Si dedicò per alcuni anni al jazz e concepì il monumentale Concerto per due pianoforti e orchestra jazz (1924). Allontanatosi dallo stile inglese dell’epoca e disinteressato agli esperimenti della Scuola di Vienna, compose una trilogia di concerti per strumenti a corde (1929 per viola, 1938 per violino, 1956 per violoncello). Col fratello della Sitwell collaborò nel 1931 per la provocatoria composizione dell’oratorio Belshazzar’s Feast. Durante la guerra si dedicò alla musica per film e balletti che lo rese conosciuto nel mondo. Dal 1948 si trasferì ad Ischia e fissò la sua dimora a Forio, dove si fece costruire una villa con un magnifico giardino in località S. Francesco. Qui si impegnò in opere su commissione (Troilus and Cressida 1954, Partita 1957, Symphony n.2 ecc.). Oggi la sua Villa Mortella, dove riposano le sue ceneri, ospita anche una Fondazione a lui intitolata.

      Warrior. Veliero del compartimento marittimo di Genova naufragato nel 1910 lungo le coste sarde dell’Argentiera. A bordo vi erano marinai delle isole di Ischia (Forio, Serrara) e Procida. <<<

      Wassermann, Elena. Creatrice di moda, dalla Germania si trasferì ad Ischia e a Sant’Angelo aprì la prima boutique: vi eseguiva personalmente i modelli indossati da celebri donne, fra cui la Begum, Alida Valli, Rita Hayworth, Elsa Martinelli. Sensibilissima e amante delle arti, era solita intrattenersi con artisti e letterati che frequentavano S. Angelo. Si spense a Forio nel 1994.

      Werner, Heldt (Berlino 1904-S. Angelo 1954). Pittore di cui W. Gilles ebbe a dire: «Le sue opere sono di una limpidezza cristallina con sogni infiniti e colori farfalleschi». Trascorse molte estati a Sant’Angelo, dove morì all’età di 50 anni e nel cui cimitero è sepolto.

      Willi, Vogel (1912-1977). Medico e pittore tedesco, ha vissuto dal 1953 per dieci anni a S. Angelo nella sua casa, Villa l’Ulivo, dipingendo e disegnando. <<<

      Winckelmann, Johann (1717-1768). Archeologo tedesco, durante il suo soggiorno a Napoli, visitò tutti i luoghi dei dintorni, come Pozzuoli, Cuma, Pompei, e venne anche ad Ischia nella primavera del 1764, come si legge in una sua lettera. <<<

      Wiszniewski, Michal (1794-1865). Scrittore-viaggiatore polacco, venne tre volte in Italia: 1819, 1825 e 1845. In quest’ultimo anno fece anche un’escursione a Ischia, di cui parla nel voluminoso libro: Viaggio in Italia, Sicilia e Malta, pubblicato nel 1848 e riproposto in seconda edizione nel 1982. Alloggiò nella Villa Drago situata nella zona dell’Arso.

      Woodwardia (Woodwardia radicans - Fam. Polipodiacee). Genere di felce rizomatosa perenne, la cui presenza fu segnalata da Giovanni Gussone nel 1831 e che porta il nome del botanico Th. J. Woodward (XIX sec.). Si ritrova in alcuni valloni del territorio isolano, con un discreto numero di esemplari: presenta fronde lunghe fino a due metri. Cresce nelle zone umide ombrose, lungo pareti di tufo vulcanico o calcaree.

  <<<