Isola d'Ischia
- Piccolo dizionario storico topografico biografico

(voci tratte dal libro "Isola d'Ischia - tremila voci titoli immagini" di Raffaele Castagna, edito da La Rassegna d'Ischia)


A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
-     Home
....


Kaden, Woldemar            
Kannengiesser, Alphonse
Kauffmann, Angela  
Kochia
Kopisch, August
Kuncewiczowa, Maria
Kupfer-Koberwitz, Edgar
Kusmin, Arkady
Kuttner, Ludwig

 

 
       Kaden, Woldemar.  Nativo di Dresda (1838), insegnò lingua e letteratura tedesca a Napoli e trascorse vari periodi anche ad Ischia e soprattutto a Casamicciola, di cui parla nei suoi libri di viaggi. Le sue descrizioni riguardano le frequenti escursioni all’Epomeo, l’incontro con i contadini, le bellezze dell’isola tutta che di lì a qualche tempo sarebbe stata sconvolta da due terribili terremoti. Un suo libro (Die Insel Ischia in Natur-, Sitten- und Geschichts-Bildern, 1883) offre anche dirette testimonianze sulle conseguenze del terremoto del 1883.

      Kannengiesser, Alphonse. Sacerdote di Rixheim (Haut Rhin), trascorse alcuni mesi a Casamicciola come precettore presso la famiglia di Bernardo Blumenstihl, direttore dell’Acqua Marcia in Roma. Alloggiavano a Villa Giuochi, quando il 28 luglio del 1883 Casamicciola fu colpita da un terribile terremoto. Il precettore e i suoi due alunni, Paolo ed Emilio, riuscirono a salvarsi, mentre perirono gli altri componenti della famiglia: la signora Giustina e gli altri due figli Maria e Pio. Nei Souvenirs d’Ischia (1886) descrisse le sue peregrinazioni attraverso le contrade isolane, soffermandosi particolarmente su alcune manifestazioni folcloristiche, come la festa di San Vito a Forio. <<<

      Kauffmann, Angela (1741-1807). Pittrice svizzera, fu anche eccellente ritrattista. Visse per lo più a Roma, dove conobbe Goethe, e soggiornò più volte a Napoli, eseguendo vari ritratti, oggi visibili nei Musei di Capodimonte e di San Martino. Venne ad Ischia nel 1773 e nel 1787, alloggiando nella Grande Sentinella di Casamicciola; qui fece anche il ritratto dei proprietari dell’albergo.

      Kochia (Kochia saxicola Guss. - Fam. Chenopodiaceae). Specie endemica rarissima la cui distribuzione nel mondo era limitata alle isole di Ischia, Capri e Strombolicchio: presenta fusto semilegnoso contorto ricadente sulle rocce, foglie piccole a sezione tondeggiante di colore grigio verde; fiori (luglio-agosto) piccoli di colore giallo. Questa specie fu descritta da Giovanni Gussone nel 1854 su un esemplare trovato sugli scogli di S. Anna d’Ischia. Porta il nome del botanico tedesco G. O. Kock (1771-1849). <<<

      Kopisch, August. Di Breslavia, negli anni 1820-30 visse a lungo a Napoli, con frequenti escursioni a Capri, dove si vantò di aver scoperto la Grotta Azzurra, e a Ischia, dove accompagnò il principe ereditario prussiano, il futuro re Friedrich Wilhelm. A Ischia è ambientata una sua novella, Karnevalsfest, pubblicata (2001) da Imagaenaria nella traduzione italiana di Laura Mattera Iacono e col titolo Un Carnevale a Ischia.

      Kuncewiczowa, Maria. Scrittrice polacca. Soggiornò nel 1977  e 1979 ad Ischia (Pensione Annabelle di Ischia Porto) e qui scrisse alcuni  capitoli del libro Fantasia alla polacca (titolo originale italiano) e di Przezrocza (Diapositive), in cui sono riportati gli Appunti italiani con pagine dedicate all’isola d’Ischia. <<<

      Kupfer-Koberwitz, Edgar. (Breslavia 1906-1991). Tra il 1934 e il 1940, per evitare di cadere nelle mani della Gestapo, si rifugiò prima a Parigi e poi in Italia. Giunse ad Ischia la prima volta nel 1940 e prese a percorrerla in lungo e in largo, facendo amicizia con molti personaggi isolani, fra cui il pittore Mario Mazzella e il professor Mirabella, ma amando anche soffermarsi spesso a parlare con la gente del popolo. Venne poi arrestato e deportato a Dachau. Sopravvissuto agli orrori del lager, scrisse i Diari di Dachau, in cui è spesso ricordato il bel tempo trascorso a Ischia. E l’esperienza isolana divenne poi anche il tema di un’opera specifica dal titolo Die vergessene Insel, Erlebnis eines Jahres auf Ischia, di cui è stata di recente pubblicata la versione italiana curata da Nicola Luongo col titolo di Ischia l’isola dimenticata (Imagaenaria Edizioni, 2003). <<<

      Kusmin, Arkady (Mosca 1896-1971). Pittore fuggito in esilio a Parigi allo scoppio della rivoluzione russa del 1917, dove visse fino al 1939. Dal 1951 fino alla sua morte nel 1971, era solito trascorrere i mesi estivi a Sant’Angelo.

      Kuttner, Ludwig. Industriale tedesco che creò nella plaga di Citara in Forio i Giardini Termali “Poseidon”, dopo aver prelevato dalla SAFEN negli anni 1950 quella vasta zona prima adibita a lavori di perforazione alla ricerca di energia termica per mettere in azione piccole centrali elettriche. Ne seguì anche un lungo contenzioso con il Comune per la concessione e lo sfruttamento delle sorgenti termali.

  <<<